MANGIARE TROPPO FA MALE ! MEGLIO MENU’ PIU’ LEGGERI RICCHI DI VERDURE ATTENZIONE ALLE PROSSIME FESTIVITA’

Molti di noi mangiano anche per placare i momenti più infelici e la noia delle lunghe ore a tavola per le festività di Natale e fine anno, sono un  pericolo.

Inventiamoci dei trucchi per “sopravvivere alle feste”:

-appena arrivati, prima di sedervi, se potete, rubate un frutto dalla cucina e mangiatelo,  con la scusa che siete a dieta…  dovete dominare la fame

-ogni tanto alzatevi da tavola con una scusa e fate un giro; almeno per la casa

-cercate di sedervi vicino ad una persona con una conversazione brillante, aiuterà a non concentrarsi sul cibo

-mangiate qualcosa prima di andare al pranzo o cena; una mela grattugiata… preparate della frutta cotta, senza zuccheri aggiunti (al limite un poco di dolcificante; poco non fa male)

-inventate o approfittate di un alto tasso di colesterolo, problemi di peso… o dolori allo stomaco del giorno prima, per chiedere alla padrona di casa di mettervi nel piatto solo mezze porzioni e NON derogate nemmeno per i dolci !

-fatevi servire, se potete, un piatto di verdura al posto del primo…

-INIZIATE UNA CONVERSAZIONE SU QUALI SIANO I CIBI CHE FANNO BENE ALLA SALUTE… e cercate di mangiarne meno degli altri.

-la sera prima delle grandi, possibili abbuffate, prima di addormentarvi pensate che sarete più attenti del solito a quello che mangiate, mangerete porzioni piccole e abbonderete solo con i cibi che fanno meno male, come la frutta e la verdura

-gli italiani hanno sempre tanta fantasia … forza è il  momento di metterla in pratica !

PERCHE’ TENDIAMO A MANGIARE PIU’ DEL NECESSARIO ?

Basta accendere la televisione ed ecco che ci viene proposto qualcosa da mangiare; pubblicità di gelati, snack, corsi di cucina ecc…

Il risultato è che una parte della  popolazione mondiale ha problemi di obesità.

Comunque anche chi non arriva all’estremo dell’obesità, facilmente si ritrova a cinquant’anni con problemi di pressione alta, cardiaci, di fegato, colesterolo ecc…

— L’alimentazione è più determinante per la nostra salute,  di quanto la maggior parte di noi possa pensare.

Tutto comincia dalla dieta materna, quando il bimbo è ancora nel grembo.

Una mamma che abbia un’alimentazione sana, equilibrata e variata sarà già una buona garanzia per la salute futura del figlio.

L’uomo  ha vissuto sulla terra per la maggioranza dei suoi millenni di esistenza come raccoglitore cacciatore.

Il suo fisico è adatto a questo tipo di vita; ecco la spiegazione della necessità quotidiana di almeno una passeggiata di trenta minuti. Ma sarebbe meglio camminare più a lungo; peccato che i tempi della nostra società non lo permettano. Ed ecco la spiegazione dell’utilità della corsa: azione forte ed efficace in minor tempo rispetto al cammino.

L’uomo raccoglitore cacciatore aveva una dieta molto varia; a differenza del contadino, che è presente sulla terra da poco tempo; rispetto ai tempi della storia dell’umanità.

— BACCHE, FRUTTA, VERDURE, PESCE E, QUANDO SI RIUSCIVA A CATTURARLA, LA CARNE.

Ecco la dieta dell’uomo raccoglitore e cacciatore.

Oggi, con l’avanzare della vita sedentaria, abbiamo sempre più bisogno di

— un’alimentazione varia e leggera.

Invece di mangiare grandi quantitativo di carne, che sono nocivi anche per il pianeta che non riesce  più (e riuscirà sempre meno) a smaltirne gli svantaggi,

DOVREMMO:

CAPIRE, ANCHE SOLO PER IL PURO EGOISTICO MOTIVO DI PRESERVARE LA NOSTRA SALUTE, CHE E’ BENE SOSTITUIRE PARTE DELAL CARNE CON :

-SEMI: noci (5 al giorno aiutano a prevenire molte patologie), mandorle, pistacchi, pinoli…

-BACCHE: le bacche sono un concentrato di vitamina C e sali minerali; per esempio la marmellata di bacche di rosa, biancospino ecc…

-FRUTTA: un banana può sostituire una fettina di carne, ma è molto meno calorica di un piatto di pasta perché non contiene grassi.

In quanto alla digestione, scopriremo che se mangiamo meno, sarà più facile digerire cibi che prima ci arrecavano disturbi.

-RICORDATE CHE ANCHE LA CARNE CHE SEMBRA PIU’ MAGRA è RICCA DI FIBRE GRASSE ALL’INTERNO DEL MUSCOLO (che non vediamo).

-SONO PROPRIO I GRASSI ANIMALI, QUELLI CHE NON RIUSCIAMO A BRUCIARE A CAUSA DEGLI AMBIENTI RISCALDATI, DEGLI ASCENSORI CHE CI IMPEDISCONO DI FARE DEL SANO MOVIMENTO, DELLE AUTO, DEL LAVORO STATICO, DELLA TELEVISIONE, CINEMA E COMPUTER…

-E’ INVECE DA SFATARE IL MITO DELL’UOVO CHE AUMENTA IL COLESTEROLO

-FINALMENTE ANCHE I DIETOLOGI HANNO COMPRESO CHE DUE UOVA ALLA SETTIMANA NON DANNEGGIANO I NOSTRI LIVELLI DI COLESTEROLO (comunque l’organismo produce del colesterolo ogni giorno per il buon funzionamento dell’organismo e se non glielo diamo in forma si grassi saturi lo ricava da solo da zuccheri o proteine),

-COLESTEROLO CHE E’ AUMENTATO DAI GRASSI CONTENUTI NEI BISCOTTI, NELLE BRIOCHES, NEI GELATI (anche se li definiscono artigianali), NEI PIATTI PRONTI !!!  NEI FORMAGGI MOLLI E GRASSI.

-La carne può essere limitata da un’alimentazione più equilibrata dove coesistano

equilibrati consumi di cereali (pasta, pane, riso…), legumi (lenticchie, fagioli, ceci…), latticini, uova, carne bianca, pesce e…anche carne, ma senza esagerare.

Una fetta di pane con 1 cucchiaio di marmellata al mattino è un menù più sano della brioche del bar ricca di grassi della peggiore qualità e ci farà sentire meno affamati a mezzogiorno, ma attenzione a non abbuffarsi la sera.

La marmellata non è ingrassante se consumata al mattino; a meno che la nostra dieta sia tanto ricca di calorie da soddisfarne l’esigenza quotidiana solo con i due pasti principali.

Ma non è una sana abitudine per lo stomaco, che deve lavorare tanto e in poco tempo.

Il nostro stomaco preferisce vari spuntini, anche a metà mattina e pomeriggio; bastano un frutto, uno yogurt magro (se siete a dieta), una tazza di tè e un biscotto con pochi grassi o mandorle, noci ecc…

-EVITATE GLI YOGURT ALLA FRUTTA CHE SONO RICCHISSIMI DI ZUCCHERI, NE CONTENGONO COME UN PIATTO DI PASTA (che ha zuccheri complessi i quali vengono rilasciati lentamente, causando meno danni). Il fatto che si spaccino per magri non vuole dire nulla,

—  i grassi contenuti nello yogurt sono talmente pochi da non incidere molto sul quantitativo calorico giornaliero, ma l’abbondanza di zuccheri squilibrerà la nostra dieta !

La regola d’oro della salute sino a tarda età è 

— alzarsi da tavola con ancora un poco di fame.

Un uovo sbattuto, alla coque o al tegamino ha molte meno calorie (solo 100) di una bella porzione di gelato (da 350 calorie in su) che non è affatto un cibo naturale e sano come una certa pubblicità ci ha fatto credere.

Se non avete problemi di colesterolo, anche quattro uova alla settimana non possono fare male, ma devono essere almeno di allevamento all’aperto (le galline vivono meglio e le uova sono più buone e sane); costano pochi soldi in più che risparmierete abbondantemente con un minore consumo di carne rossa; che, ripetiamo, fa male a voi, al borsellino e al nostro pianeta.

Imparate a sostituire la carne rossa anche con quella bianca, che contiene meno grassi.

Ma soprattutto mangiate tante verdure, minestre, tanta frutta e buon pane, pasta e riso; meglio se integrali e biologici;

— il vostro corpo non avrà mai bisogno di andare in una costosa beauty farm o spendere soldi in medici e medicine !

E scusate se è poco.

Negli Stati Uniti organizzazioni molto credibili hanno calcolato come sia possibile migliorare la nostra salute e il rapporto con la natura che ci circonda, semplicemente cambiando, anche molto parzialmente, le nostre abitudini.

Questi sono i risultati.

Se gli americani (USA) rinunciassero alla carne per 6 giorni alla settimana sarebbe come risparmiare energia corrispondente a tutta l’energia elettrica utilizzata dagli Stati Uniti.

Non mangiare carne per due giorni sarebbe come sostituire tutti gli elettrodomestici degli USA con elettrodomestici a bassissimo consumo energetico.

Si possono risparmiare gas serra corrispondenti a 90 milioni di biglietti aerei Los Angeles-New York:

solo non mangiando carne per 1 solo giorno alla settimana.

Un  americano che rinunciasse alla carne per una volta alla settimana sarebbe come

togliere gli scarichi di 500 mila auto !

1 miliardo di uomini soffre di obesità, mentre un miliardo soffre la fame ! ! !

Abbiamo veramente bisogno di tanta carne? Il cancro al colon aumenta in proporzione al consumo di carne personale, inoltre i problemi al cuore sono dovuti anche all’eccesso di grassi animali nel sangue.

–NON dimentichiamo che anche la carne più magra contiene grassi saturi  a noi invisibili.

Ridurre i consumi attuali di carne alla metà porterebbe dei benefici alla salute di tutti, senza causare carenze alimentari.

La popolazione mondiale aumenta e ha superato i 7 miliardi; per assecondare le nuove richieste di carne dei paesi emergenti, come Cina e India, dovremo produrre enormi quantitativi di carne a scapito del  degrado della natura e dell’impoverimento delle popolazioni che non potranno permettersi la carne, ma subiranno le conseguenze delle devastazioni ambientali dovute alla produzione di mangimi, produzione di gas serra, inquinamento da escrementi.

Le foreste del sud America scompaiono per produrre mangime per la carne richiesta dal mondo benestante.

Il 18% del gas serra è prodotto dall’allevamento bovino.

-Le foreste vengono tagliate anche per fare spazio all’allevamento di bovini.

-I mangimi sono a base di fagioli di soia prodotti dopo la deforestazione di parte del Brasile.

Imporre tasse sulla produzione di gas serra purtroppo, si è dimostrato, non serve a risolvere il problema.

Una mucca produce tanto gas quanto un’auto che si sposti per  70.000 chilometri (due volte il giro della terra !).

La sola Olanda (500 milioni di animali macellati ogni anno), per portare l’esempio di un piccolissimo Paese,   produce quantitativi inimmaginabili di sterco di maiale; tutte sostanze che devono essere smaltite, altrimenti inquinano i fiumi, le acque potabili e i mari. Ovvero danneggeranno gravemente  i nostri nipoti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*