SCAPPARE DAL CALDO ; DOVE ? VACANZE O WEEKEND AL FRESCO E ARIA PULITA.

DOVE ANDARE IN VACANZA ?

SCAPPARE DAL CALDO ; DOVE ???

Lago-di-Tenno-Trentino

Vacanze in Italia – Dove ? – Friuli Venezia Giulia – Mare – Montagna – Cultura- Gastronomia – Sport – Terme

DESTINAZIONI,   IN ALTA MONTAGNA PER SFUGGIRE DALL’ AFA CITTADINA:

ITALIA, vicino a Bolzano, ideale per i bambini (NOTA: Da Bolzano con la funivia si raggiungono i 1.000 mt ideali per sfuggire alle calde estati cittadine. Qui troverete il più bel panorama delle Dolomiti patrimonio naturale Unesco) https://www.donnecultura.eu/?p=21411

ITALIA, ALTA VAL BADIA; https://www.donnecultura.eu/?p=18662

ITALIA, Bardonecchia , Piemonte, vi arrivate in autostrada: (1.300 mt) e le funivie vi portano ancora più in alto, un albergo anche a quasi 2.000 mt. https://www.donnecultura.eu/?p=8074

ITALIA VALLE D’AOSTA LUSSO E TANTO FRESCO: https://www.donnecultura.eu/?p=3888

ITALIA ALTO ADIGE; ECONOMICO, https://www.donnecultura.eu/?p=20830

SVIZZERA, VICINO AL PASSO DEL GOTTARDO: https://www.donnecultura.eu/?p=21829

SVIZZERA: GRAND TOUR SUI 2.000 METRI https://www.donnecultura.eu/?p=20263

SVIZZERA, L’AUTO LA LASCIATE IN VALLE E SIETE AI PIEDI DEL GHIACCIAIO DELL’ALETSCH, IL PIU’ ESTESO DELLE ALPI https://www.donnecultura.eu/?p=18644

FRANCIA;  St. Véran, a 2042 m, il più alto comune d’Europa; tante iniziative, tante possibili scelte tra gli sport, speciale organizzazione per bambini e adulti https://www.donnecultura.eu/?p=21336

ITALIA, TRAFOI , ALPI, GRUPPO ORTLES: https://www.donnecultura.eu/?p=21784

2018 VOLO DIRETTO AL POLO DA MILANO ! Vedi al link

https://www.donnecultura.eu/wp-admin/post.php?post=56944&action=edit

IN FINLANDIA AL FRESCO ! Vedi al link :

https://www.donnecultura.eu/wp-admin/post.php?post=57227&action=edit

Natura e cultura alle Isole Faroe – al fresco ! Vedi al link:

https://www.donnecultura.eu/wp-admin/post.php?post=55430&action=edit

IN SVIZZERA:

DAL LAGO RITOM AL LUCOMAGNO ALLA VALLE DI BLEGNO IN SVIZZERA  ; VELOCEMENTE IN AUTOSTRADA DA MILANO (ricordiamo che serve pagare la locandina di  40 franchi c.a. 40 euro, per usufruire delle autostrade svizzere per un intero anno;  se siete in tanti in auto potrete dividere il costo),

SCAPPARE DAL CALDO ANCHE IN ITALIA :

-ALTA VAL BADIA, ALTO ADIGE,  BARDONECCHIA, TRAFOI, ORTLES… E POI FRANCIA…

Lago Ritom 450 vista

Lago ritom farfalla 450

Lago Ritom IMG_20150703_152747

ritom ch IMG_20150702_113230-2

ritom ch IMG_20150701_125606

LAGO RITOM, PRIMA DI AIROLO, USCITA AUTOSTRADA AMBRI’ E POI LA FUNICOLARE PIU’ RIPIDA DEL MONDO O DIRETTAMENTE IN AUTO SE SIETE BRAVI GUIDATORI.

75 EURO A PESONA MEZZA PENSIONE; SPECIALE PROMOZIONE LETTORI DONNECULTURA.EU

FORMAGGIO DELL’ALPE E’ REPERIBILE NEI RISTORANTI E DAL PRODUTTORE.

Qui i richiami delle marmotte accompagnano le nostre camminate.

RITOM: la più ripida ferrovia del mondo per raggiungere il paradiso in terra: andate e ritorno circa 20 euro.

Ma se volete c’è anche la strada; una volta arrivati al lago, se vi fermate a dormire il parcheggio è gratuito, altrimenti è a pagamento.

Noi abbiamo scelto il periodo della massima fioritura, ovvero i primi di luglio, uno spettacolo che abbiamo cercato di documentare con le nostre foto, ma … troppo bello visto dal vero !!! Poi ci siamo ritornati per un soggiorno più lungo.

 

Le escursioni sono di ogni tipo, dalla passeggiata lungo il lago con il passeggino e i bambini, sino alle alte vette, con tanti percorsi intermedi.

Per i più coraggiosi sarà un piacere rinfrescarsi nelle acque dei tanti laghi che si incontrano nei vari percorsi.

PESCATORI DI TROTE

Con appositi permessi gli appassionati di pesca frequentano le rive del lago Ritom con buona soddisfazione.

Dal lago Ritom, i si può raggiungere, a piedi, il Passo del Lucomagno (attraverso il Passo dell’Uomo), un lungo percorso per chi ama camminare, senza particolari difficoltà; salvo le normali salite di montagna.

 

ALBERGO RISTORANTE LAGO RITOM, DOVE ABBIAMO ALLOGGIATO.

Abbiamo mangiato molto bene; polenta e spezzatino, polenta e formaggio dell’alpe, spaghetti all’amatriciana (il cuoco li sa cucinare) ecc…, ma soprattutto abbiamo ricevuto una simpatica accoglienza e tutto era perfettamente in ordine e pulito.

Il rifugio-ristorante Lago Ritom si trova nella Val Piora a 1850 m. e offre un ambiente cordiale e familiare:

-terrazza panoramica

-sala-ristorante interna

-specialità ticinesi e formaggi dell’Alpe.

– ottimo punto di partenza per escursioni a piedi ed in mountain bike in tutta la Val Piora

– aperti da maggio a ottobre

tel. 0041 91 868 14 24

info@lagoritom.ch

www.lagoritom,ch

A luglio quando la fioritura dei prati di alta montagna è nel pieno del fulgore, lo spettacolo intorno al lago Ritom e nei dintorni è impagabile; come il fresco dell’aria.

Il lago Ritom è formato dallo sbarramento idrico sito nella valle di Piora nel comune di Quinto, nelle Alpi lepontine.

Uno dei suoi principali immissari proviene dal sovrastante lago di Tom che si raggiunge in due ore di cammino, a 5′ di cammino dall’Alpe Piora; in uno spettacolo indimenticabile di alte vette coperte di neve.
Altitudine del lago: 1.850 m

Alpe Piora rifugio: alloggio e bar-ristorante; qui il parcheggio dell’auto costa 15 Fr. il primo giorno, poi 5 Fr al giorno. Si può salire, dalla diga del lago Ritom, solo prima delle 9 del mattino e dopo le 17.

ANCHE IN MOUNTAIN BIKE

-diversi sentieri transitano nella valle: Strada Alta, Strada del Lucomagno, sentiero nazionali nr. 6 e percorso nazionale nr. 65 in mountain bike.

IN VAL DI BLEGNO E LUCOMAGNO

SE NON VOLETE SOFFRIRE IL CALDO  NON DIMENTICATE LE ALPI ITALIANE, SVIZZERE E FRANCESI, MA SE NON AMATE LA MONTAGNA, RICORDATEVI DEL NORD EUROPA: NORVEGIA, SVEZIA E FINLANDIA,  SCOZIA… ISLANDA, CANADA,  GROENLANDIA…

QUI C’E’ ARIA FRESCA E PURA.

 COVER 3 a Ch OK spero IMG_6306

CH LAG LUZON CASCAIMG_6246

Non lontano dai 1.700 metri del Passo del Lucomagno.

Due ore circa, da Milano, un’ora e mezza da Como ed eccovi in Paradiso; ovvero lontano dalla calura estiva e dall’inquinamento che, con l’afa e l’aria stagnante, raggiungono pericolosi vertici per la nostra salute.

Le fresche acque dei torrenti, dei laghi artificiali e non, ci accolgono in un panorama verdeggiante di alti pini e vette innevate sullo sfondo. Pù su, la sola prateria d’alta montagna ci abbronzerà circondandoci di una brezza perenne.

Le trattorie, poi, eccetto il vino, hanno prezzi ragionevoli: 24 euro per polenta e brasato; piatto  assai abbondante.

CH LAGO LUZ IMG_6250

CH LAGO LUZON ACQUAIMG_6284

Lago di Luzzone.

Se volete godere appieno del fresco notturno, non dimenticate la giacca a vento e fermatevi all’Ospizio di Camperio; non lontano dai 1.700 metri del Passo del Lucomagno.

-Da 50/60 euro per la singola all’Ospizio di Camperio. Qui i servizi sono in comune, ma tutto è perfettamente pulito.

-Ovviamente potrete trovare anche veri e propri alberghi con tutti  i confort.

La gita o il soggiorno sono interessanti per giovani, che adorano i tornanti in moto, e meno giovani, che subiscono maggiormente le conseguenze del caldo della città: problemi di circolazione sanguigna, respiro affaticato ecc…

Qui il cuore deve essere in buone condizioni; siamo oltre i  1,000 metri.

Prima di arrivare alla deviazione per il Lucomagno, sulla strada per il Passo del Gottardo, trovate Bellinzona che meriterebbe una visita. Meglio se notturna, i suoi castelli illuminati gli donano un fascino fiabesco e poi fa meno caldo.

Una volta presa la deviazione dalla strada principale o dall’autostrada, ci si avvia verso Biasca, sempre seguendo l’indicazione Lucomagno.

CH OLIVONE MONTIIMG_6331

Dopo la località Aquila, si incontra Olivone, località di soggiorno assai nota.

-Qui, sulla strada, una squisita pasticceria-panetteria offre golosità e ottimi Kipferl (“sfogliolosi”cornetti al burro).

-Accanto alla farmacia, trovate un negozietto di prodotti locali e tisane.

-Non mancano bar e alberghi.

Se fa molto caldo, vi conviene continuare a salire, dopo avere fatto un piccola sosta per le necessità.

ch lago luzon OKOKIMG_6306

CH LAGO LUZZONE MUCCA PUBBLICIIMG_6254

LAGO DI LUZZONE. CASCATE E FORMAGGI.

Alla fine del paese di Olivone si incontra la deviazione per il lago di Luzzone. Dopo alcuni chilometri si raggiungono le due gallerie che portano alla strada che attraversa la diga e porta, se non potete andare a piedi, ad un simpatico posto di ristoro dove trovate solo:

yogurt, burro e formaggi di latte dell’alpe più sopra.

Non siamo di fronte ai costosi prodotti slow food, ma l’origine è sicura e qui non si usa dare alle mucche foraggi per aumentare  la produzione del latte; come è diventato assai comune anche in insospettabili alpeggi “di moda” con prodotti “firmati”.

Non mancano le bibite per il camminatore assetato.

Due simpatici nonni con nipotine accolgono gli alpinisti, e non, e li ristorano con quello che c’è.

CH LAGO LUZONE RAGAZZA E FORME IMG_6301

 CAMPERIO

Qualche chilometro sopra Olivone trovate Camperio, dove noi abbiamo alloggiato in semplicità, simpatia e buon cibo. Quest’ultimo grazie al cuoco, con esperienza internazionale, ma di origini, mai tradite, novaresi: il signor BATTAGLIOLI GIANFRANCO.

-OTTIMI I SUOI: CONIGLIO e POLENTA, BRASATO o SPEZZATINO, ma anche: fonduta. Solo su ordinazione, per gruppi, un’ottima Paella.

L’Ospizio è ben gestito dal signor Doriano Blanc, svizzero di Ginevra, anche lui con esperienze internazionali.

per prenotare, tel. 0041. (0) 91. 872 22 55. LORIS3X1@HOTMAIL.COM

 CH OSPIZIO CAMPERIOIMG_6330

CH OSPIZIO CAMPERIO MOTO IMG_6323

CH CAMPERIO OSPIZIO COLAZ ORCHIDEEIMG_6307

 VACANZE  ESTIVE  ALLA  MONTANINA  DI  CAMPERIO 2014

 La casa è aperta da giovedì 17 luglio (ore 10.30) a sabato 02 agosto 2014, (sabato 02 agosto verrà servita solo la prima colazione) persone sole, coppie, anziani autosufficienti. Permanenza minima 5 pernottamenti. Tutti i ospiti devono portare da casa gli asciugamani.

 Prezzi per pensione completa (bibite escluse) Camera singola fr. 65.-     camera doppia fr. 55.-  ( prezzi del 2014 ) Tassa di soggiorno fr. 0.70 Scrivere a: mirtawyler@gmail.com Mirta Wyler – CP 335 – 6528 Camorino

—–

Dopo Camperio si raggiungono: Acquacalda e Lucomagno.

I prati sottostanti la strada, dopo Acquacalda,  sono rinfrescati da un limpido ruscello che invita al picnic. Ricordiamo che qui non si usa lasciare avanzi di nessun genere nei prati.

Se proseguiamo possiamo parcheggiare al passo del Lucomagno e iniziare la camminata intorno al lago o altri più impegnativi trekking, ben segnalati.

Su questo lago artificiale non fa mai caldo, anche nelle giornate più afose dell’anno.

Calcolate che non c’è ombra, quindi regolatevi di conseguenza tenendo conto che siamo a quasi 2.000 metri e il sole brucia.

Noi preferiamo passeggiare di primo mattino, magari con una sosta per il picnic o per un boccone al ristorante del passo.

Durante il week-end o soggiorno, potete spostarvi e visitare Olivone: la chiesa e il museo, nonché  le antiche case.

CH AQUILA IMG_6339

 

CH AQUILA BATTISTEROIMG_6333

Più sotto, trovate Aquila. Un comodo parcheggio vi permette di visitare agevolmente la chiesa sulla strada. Degno di nota il battistero e il popolare affresco con Sampietro  e il  gallo che canta.

Scendendo verso valle dall’Aquila si incontra  la località Torre, un paese di antiche case ben ristrutturate e la chiesa di Santo Stefano.

CH OK TORRE CHIESA E IMG_6341

CH TORRE CASE EPOCAIMG_6353

CH TORRE SCRITTA IMG_6354

Torre. Chiesa S.Stefano. Questa iscrizione dichiara come gli abitanti della zona decisero di ribellarsi all’invasore straniero.

CH TORRE 2IMG_6356

CH TORRE CASE IMG_6357

CH S STEFANO TORRE IMG_6363

Tornando verso Aquila una sosta a Dangio ci svelerà un piccolo paese con antiche case e la chiesa di S. Ambrogio.

CH DANGIO S AMBROGIOIMG_6367

ch SAMBROGIO

 

UNA DEVIAZIONE PER APPASSIONATI D’ARTE.

Tornando verso valle può interessare questa deviazione, consigliabile se siete appassionati o intenditori di arte romanica.

-Sant’Ambrogio Vecchio: IL MONUMENTO E’ ISCRITTO TRA GLI EDIFICI PROTETTTI A LIVELLO NAZIONALE.

La chiave della chiesa è disponibile presso i ristoranti ad Acquarossa (Rubino, Stazione, Val Sole), Leontica (Bar Centrale) e Blenio Turismo ad Olivone.

Da Biasca devozione per Malvaglia, Dongio, Acquarossa; da Acquarossa verso Leontica-Pugliasco il percorso è ripido, ma si fa in auto (si chiede per Negrentino in Val di Blenio).  OPPURE DAL POSTEGGIO DEL NARA 15 MINUTI A PIEDI.

-A Negrentino, tra i pascoli di Leontica e Prugiasco, trovate la chiesa romanica di Sant’Ambrogio Vecchio, risalente all’anno 1.000.

-La chiesa fu ampliata con una seconda navata un secolo dopo e il campanile è del XIII secolo.

-Le pitture interne sono in stile gotico-longobardo, della cosiddetta scuola del Seregno. 

-Nella navata a sud gli affreschi sono c.a. del 1510, di Antonio da Triade, con episodi della vita della Vergine.

-IL DIPINTO DI MAGGIOR IMPORTANZA SI TROVA NELLA PARETE CONTRO LA MONTAGNA. La decorazione è romanica originale, di quasi ben 1.000 anni fa.

Si tratta di un Cristo Risorto con candida tunica che benedice gli apostoli, dei quali, ora, si distingue solo il gruppo sopra la porta.

LO STILE E LA RAFFINATEZZA DI QUESTO DIPINTO, DA SOLI, VALGONO LA VISITA.

 

CH ORCHIDEA PRIMO PIANO VIOLIMG_6270

CH orchidea viol mIMG_6290

CH LUZZONE LAGO MONTIMG_6259

CH LUZON LAGOIMG_6286

CH AGLIO URSINO DI MONTAGNA IMG_6314

CH LUZZONE LAG MUCCHIMG_6258

CH FIORE 1IMG_6265

CH LAGO LUZZONE FORMAGIMG_6252

COVER CH LAGO 4a IMG_6305

STORIA.

 

Qualche informazione storica sulla zona:

-La trasformazione dei boschi d’altitudine in alpeggi ebbe luogo tra il 1.000 e 1.200, poiché la pianura non bastava più a sfamare la popolazione sempre in crescita.

-La terra venne dissodata e servì come prati, pascoli, campi per la coltivazione della segale per la panificazione e la canapa per i tessuti.

-Nell’alta valle di Blenio, nei secoli, si sfruttarono diversi filoni d’oro, d’argento, di calce, gesso, alabastro, quarzo ecc..

Il cristallo di rocca fu estratto già nel Neolitico.

L’ epoca gallo-romana vide la fioritura di un artigianato di alta qualità nella zona del Lago Maggiore, e questo ci fa pensare ad un’intensa ricerca di materia prima nella zona della val di Blenio.

 

 

2 comments

  1. Finalmente una terra straniera dove la lingua italiana è la prima lingua e i ticinesi la parlano con un dialetto piacevole.
    Luoghi freschi e incantevoli, senza zanzare. A Milano oltre il caldo ci sono zanzare novelle, affamate, che tormentano i poveri milanesi costretti a Milano per mancanza de danée.
    Foto stupende che rendono giustizia a questi semplici luoghi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*