Archivi categoria: ospedali pericolosi?

SALUTE – SUPERBATTERI e ANTIBIOTICI – Infezioni intestinali e non solo

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), ha definito la resistenza agli antibiotici “un problema sanitario globale“.

Secondo i dati ufficiali dell’ OMS, ogni anno muoiono 700’000 persone, poiché  non esistono più rimedi efficaci contro certi batteri.

Motivo principale delle resistenze:

-utilizzo eccessivo da parte di medici e veterinari

comuni cittadini che interrompono le cure con antibiotici, PRIMA di quanto stabilito e consigliato dal medico.

——-

I farmaci di cui disponiamo non sono più in grado di affrontare i nuovi superbatteri che stanno “invadendo” soprattutto i nostri ospedali, e non solo.

Una delle cause sono i maiali allevati in Cina e riempiti di antibiotici i quali finiscono nei fertilizzanti venduti in  tutto il mondo e contenenti concentrazione di supergermi, resistenti a tutti i farmaci,  28.000 volte superiori alla norma.

Pare che i vertici militari di tutto il mondo stiano organizzandosi per far fronte ad eventuali attacchi bioterroristici a base di batteri farmacorestistenti.

Qualcuno sostiene che si stanno verificando anche dei sequestri di scorte di antibiotici ancora “funzionanti” (per ora) per averne a disposizione in caso di necessità più gravi di una semplice infezione.

Tutto ciò ha già un nome: AMR ANTIMICROBICAL RESISTANCE.

Se gli antibiotici disponibili non potranno più curare, come è avvenuto nello scorso secolo: setticemie da parto, otiti, pesanti conseguenze di punture da insetto ecc…, torneremmo alla situazione sanitaria dell’Ottocento quando si moriva per le conseguenze di complicazioni causate anche da banali malattie.

Banali interventi chirurgici come l’appendicectomia sino ai trapianti di organi, diventano impossibili senza antibiotici efficaci.

Il fatto è che dalla fine degli anni ’80 non si è più fatta ricerca per creare nuovi antibiotici, perché si pensava di avere raggiunto la soluzione del problema.

Purtroppo il cattivo uso (non smettere l’antibiotico sino a che lo dice il medico) e l’abuso (antibiotici per curare una semplice malattia da raffreddamento, hanno portato ad un “irrobustimento” dei batteri esistenti; ovvero i batteri sono divenuti farmaco-resistenti.

Uno dei batteri farmaco-resistenti o superbatteri o antibiotico-resistenti è il CRE CARBAPENEM-RESISTANT ENTEROBACTERIACIAE, ovvero i batteri che non reagiscono ai carbapenemi, gli ex-superantibiotici degli anni ’80.  I quali, utilizzati negli ospedali erano l’ultima risorsa in caso di resistenze a tutti i farmaci normalmente usati. Una loro caratteristica sta nel  fatto che

-uccidono il 50% degli infettati e trasmettono assai velocemente informazioni ad altri tipi di batteri. Come se insegnassero agli altri batteri come difendersi dalle medicine !

Della categoria soprannominata fanno parte:

ESCHERICHIA COLI: Escherichia Coli sierotipo O157:H7  in grado di provocare un grave avvelenamento negli esseri umani;  principale fonte di E. coli O157:H7 è Il bestiame da allevamento, altro tipo di batterio si trova in altri animali domestici e nei mammiferi selvatici.

L’Escherichia Coli O157:H7 causò gravi epidemie negli Stati Uniti,  ogni anno negli USA si verificano circa 70.000 casi di infezione; nel 2007 il 7%  dei disturbi intestinali riferiti alle autorità sanitarie negli USA.

Esistono anche altri ceppi, per esempio l’Escherichia Coli enteroemorragico i quali pure  causano gli stessi gravi disturbi.

L’E. Coli O157:H7 produce uno o più tipi di tossina (veleno) le quali possono danneggiare seriamente le mucose dell’apparato digerente e i reni: sono detti batteri Escherichia Coli produttori di Shiga-tossine (STEC) e spesso causano diaree con sangue e/o provocare insufficienza renale nei pazienti con il sistema immunitario compromesso.

Le cause sono: agli alimenti o l’acqua contaminata, il contatto con una persona infetta o il contatto con gli animali portatori del batterio.

-Altro grande pericolo è rappresentato dalla temuta KLEBSIELLA PNEUMONIAE, responsabile, come l’Escherichia Coli,  delle gravissime infezioni che stanno contagiando tutti gli ospedali e le comunità (infezioni cutanee, urinarie, polmoniti, diarree).

– I ceppi invulnerabili della KLEBSIELLA PNEUMONIAE sono aumentati dall’1,6% al 27% !

-Per la KLEBSIELLA PNEUMONIAE l’Italia ha il triste primato del secondo posto in Europa dopo la Grecia !!

-Altro problema insormontabile è rappresentato dalla  MRSA STAPHILOCOCCUS AUREUS, resistente alla meticcillina, “abile” in micidiali infezioni cutanee e facilmente riscontrabile nelle case di cura, centri per dialisi,  asili, squadre sportive, carceri.

-La situazione negli Stati Uniti, per ora, è di 2 milioni di americani ammalati annualmente di superinfezioni, dei quali 23 mila muoiono per mancanza di farmaci in grado di combattere queste nuove pericolosissime  infezioni.

-Quotidianamente un ricoverato su 18 contrae un’infezione per la maggioranza dei casi resistente ai farmaci.

-Queste infezioni causano, in Europa, 25.000 decessi l’anno.

-Colpa anche della, tristemente, sempre più frequente superficiale igiene ospedaliera che ci vede agli ultimi posti in Europa.

-La prima regola serene semplicemente lavarsi spesso le mani; senza farne un’ossessione !

-Questa situazione è anche causata dalle case farmaceutiche che hanno preferito investire in farmaci che il paziente prende per tutta la vita come gli antidiabetici ecc. , più redditizi di un antibiotico che si prende solo durante il breve spazio dell’emergenza !!

-La scienza sarebbe in grado di trovare utili soluzioni, se ci fossero adeguati investimenti sui peptidi antibatterici (antibiotici naturali),  vaccini, farmaci biologici ecc..

Ultimo, ma non per gravità, l’H041 è una gonorrea violenta che sta spaventando i medici negli USA e in Estremo Oriente che sostengono stia per causare più vittime dell’Aids. Un morbo, per ora, incurabile.

SALUTE CHE FUNZIONA – Non più attese per visite mediche e … costa meno del tiket – Santagostino Poliambulatorio Specialistico

Basta code e attese di mesi per avere un esame o una visita medica ... funziona benissimo e … costa meno di un tiket E’ POSSIBILE ?

— SI

Il Centro Medico Santagostino è una realtà sanitaria innovativa, che offre salute accessibile e di qualità in oltre 40 specialità.

SENZA FONDI PUBBLICI: si tratta solo di una gestione dove tutti guadagnano e accettano delle regole economiche moralmente ragionevoli (anche per il cliente).

Un’offerta di qualità in cui il prezzo è un ulteriore elemento di valore. Qualche esempio? Visite specialistiche a 60 euro!

NIENTE ATTESE COSTA MENO DEL TIKET; qui è possibile accorpare diversi esami e/o visite specialistiche, per risolvere tutto  in una sola volta.

NE HA PARLATO ANCHE IL PROGRAMMA REPORT della brava giornalista Milena Gabbianelli.

Merita più di un’occhiata il sito  dei Centri Polispecialistici Santagostino a Milano, Sesto San Giovanni, Bologna …  http://www.cmsantagostino.it

NUMEROSI SEDI A MILANO (anche Sesto san Giovanni) E BOLOGNA.

Esempio di una sede di  Milano:

Piazza Sant’Agostino, 1,
Telefono:02 8970 1702
Orari: Oggi aperto · 08–21

CENTRO PRENOTAZIONI

Telefoni:

02 89 701 701

02 89 701 702

Dal lunedì al venerdì
dalle 8.00 alle 20.00.
Sabato dalle 8.30 alle 15.30.

PRENOTA VIA SMS

366 5860316

PRENOTA VIA WHATSAPP

344 1003172

PRENOTA VIA EMAIL

prenotazioni@cmsantagostino.it

INFORMATI VIA EMAIL

informazioni@cmsantagostino.it

Morire di parto – Nessuno ha detto che l’età biologica oggi è più bassa e quindi …

PERCHÉ SI MUORE ANCORA DI PARTO ?

COSA DETERMINA L’ ETÀ BIOLOGICA PIÙ O MENO AVANZATA ?

PIÙ SOTTO ANCHE INFORMAZIONI SCIENTIFICHE SULL’ INVECCHIAMENTO DEL NOSTRO VISO E DELLA PELLE.

I MEDIA HANNO OMMESSO DI PRECISARE CHE L’ECCESSO DI ANTIBIOTICI…

—-
L’articolo è scritto da un giornalista iscritta all’ORDINE  dei Giornalisti   e all’associazione di categoria UGIS (Unione Giornalisti Italiani Scientifici). Inoltre, l’autrice, ha presentato la sua tesi presso l’ Università Statale di Milano sul tema “Alimentazione dello sportivo”; tesi firmata dall’allora rettore prof. Rodolfo Margaria.

Ovviamente il parto è un rischio, ma giustamente con la medicina moderna il rischio è diminuito significativamente.

Allora perché si muore ancora di parto ?

Un cosa che nessuno ha detto, in questi giorni, è il fatto che l’età biologica di tutti noi cittadini, almeno nel mondo più avanzato, è assai diminuita negli ultimi decenni.

Cosa vuol dire?

Vuol dire che, a differenza dell’età anagrafica, l’età biologica si basa su fattori fisiologici; quanto è veramente vecchio il nostro corpo dal punto di vista della salute in genere e capacità di affrontare , allontanare, ritardare il normale processo di invecchiamento dovuto all’accumulo di tossine (quei veleni che ci fanno invecchiare; per questo si raccomandano gli antiossidanti come la frutta e la verdura; perché favoriscono lo smaltimento delle tossine e ci aiutano ad accumularne meno).

Ovvero; anche se l’età anagrafica è di 35 o 40 anni, il nostro fisico, in media, oggi può comportarsi come un fisico di almeno 5 – 10 anni in meno rispetto a quanto accadeva uno o due secoli fa.

Non dimentichiamo che due secoli fa si moriva mediamente intorno ai 50 anni.

Cosa determina l’ età biologica più avanzata:

presenza di aumentati livelli di colesterolo (cattivo) di tipo Ldl è stata ritrovata nel sangue dei soggetti giudicati biologicamente più anziani
ridotto valore di albumina, proteina fondamentale nel mantenimento dell’equilibrio dei liquidi nei tessuti (la sua produzione avviene nel fegato, questa è la dimostrazione di quanto sia importante avere un fegato sano e non “ inquinato “ da eccesso diaframmi, alcool, diete troppo grasse, se non si fa una vita che li smaltisca velocemente ecc.. ). Il fegato è il depuratore per eccellenza del nostro sangue, quindi deve funzionare sempre la meglio per mantenerci sani e avere una bella pelle !!!

-Un danno a livello epatico significa anche invecchiamento precoce.

——

I MEDIA HANNO OMMESSO DI PRECISARE CHE L’ECCESSO DI ANTIBIOTICI…

NELLE CRONACHE RELATIVE ALLE ULTIME MORTI PER PARTO E’ ANCHE STATO OMMESSO DI PRECISARE CHE L’ECCESSO DI ANTIBIOTICI, CHE LE ATTUALI NUOVE GENERAZIONI HANNO RICEVUTO DA BAMBINI, PER CURARE OGNI FORMA DI INFLUENZA E L’ ABUSO IN GENERE DEGLI ANTIBIOTICI SENZA SEGUIRE LE REGOLE CHE IMPONGONO DI NON INTERROMPERE LA CURA (per non “irrobustire” i batteri) POSSONO OGGI CREARE SERI PROBLEMI NELLA LOTTA ALLE INFEZIONI (oggi le direttive mediche sono diverse; dopo avere constatato che gli antibiotici non servono se non c’è una polmonite e danneggiano il fegato … )

Oggi abbiamo ceppi di batteri che non sono curabili con gli antibiotici a disposizione.

—-

UNA CURIOSITA’ SCIENTIFICA SULLE RUGHE E L’INVECCHIAMENTO DEL VISO

Un gruppo di ricercatori in Cina, ha dimostrato che le caratteristiche del viso, che si modificano con il passare degli anni, dipendono strettamente anche dai nostri vari stati patologici (ovvero di malattia o situazione di stress ecc…).

Secondo lo studio di cui sopra, vedi precisazioni su Cell Researc, la morfologia del viso, e le sue variazioni, assomigliano ad un segnalatore dell’avanzamento delle malattie e forniscono anche una buona approssimazione dell’età biologica.

Il nostri viso porta i segni della nostra storia e come diceva la famosa attrice Magani
“Non mi coprire nemmeno una ruga. Ci ho messo una vita a farmele”.

Lo studio di cui sopra, è avvenuto utilizzando anche una apposita telecamera, denominata 3dMDface System, che ha mostrato le caratteristiche morfologiche dei visi di 332 persone di età tra i 17 e i 77 anni, le stesse persone sono state sottoposte ad analisi del sangue.

Ecco cosa hanno mostrato le immagini di un viso con l’ avanzare dell’ età o con il peggioramento delle condizioni di salute:

-allargamento della bocca e della base del naso
-restringimento della fronte
la distanza tra naso e bocca, aumenta nel tempo
gli angoli esterni degli occhi si abbassano
per la diversa distribuzione del grasso sottocutaneo la forma generale del viso tende a modificare l’aspetto generale
la pelle si inspessisce, a causa del diminuito ricambio cellulare (ecco spiegato perché il famoso peeling mantiene l’aspetto della pelle più giovane, l’altro motivo è l’effetto dovuto al massaggio che riattiva la circolazione periferica).

G. Seregni; regolarmente iscritta all’Ordine dei Giornalisti.